Attivati i Voucher (buoni lavoro) per i soggetti fragili

Considerato il momento di particolare difficoltà per le famiglie l’Amministrazione comunale ha deciso di attivare il progetto “buoni lavoro” rivolto a tutti coloro che versano in condizioni di particolare bisogno e che non dispongono delle risorse economiche sufficienti a soddisfare le necessità primarie oppure a coloro per i quali l'intervento economico straordinario è indispensabile per la realizzazione di progetti di progressione sociale e di indipendenza finanziaria.


Con delibera n.39 del 17/02/2012, nell’ambito del programma degli interventi a favore dei soggetti fragili, con nuclei familiari in particolare stato di bisogno, l’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di lesina, per contrastare la grave situazione di crisi che attraversano le persone disoccupate o non occupate, giovani e pensionati, tra le varie misure di intervento sociale ha deciso di introdurre l’utilizzo dei buoni lavoro (Voucher) per il pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte al di fuori di un contratto di lavoro in modo saltuario.
I buoni lavoro rappresentano una tipologia di prestazione di lavoro vantaggiosa con cui:


- il lavoratore può integrare le sue entrate con prestazioni di lavoro occasionale il cui compenso è esente da imposizioni fiscali e non incide sullo stato di disoccupato, inoltre ricomprende anche un accantonamento previdenziale e la copertura assicurativa INAIL:
 

- il Comune può assegnare piccoli lavori di manutenzione del patrimonio (pitturazioni, ripristini di marciapiedi e zone pedonali, giardinaggio, ecc.) nella piena legalità e rivolgendo la sua attenzione ai soggetti fragili che quotidianamente si rivolgono ai servizi sociali comunali per essere sostenuti economicamente nei momenti difficoltà (perdita del lavoro, lunga disoccupazione, separazioni familiari, ecc.).
 

A partire da luglio sono state attivate le procedure con l’impegno di una prima disponibilità di 5 mila euro in buoni da 10 euro (8,50 per ogni ora di lavoro, 1,50 euro costi INPS e INAIL). Trattasi di prestazioni di lavoro con finalità sociale, rivolte a cittadini in particolare stato di bisogno, individuati dai servizi sociali.
 

Il servizio di segretariato sociale fornisce sostegni concreti a persone o a nuclei di soggetti in momentanea difficoltà grazie a progetti specifici. Le modalità di ingresso nel “Progetto buoni lavoro” implicano il contatto diretto con l'Assistente sociale comunale, che dopo una valutazione del bilancio delle competenze e dello stato di bisogno, in collaborazione con le strutture comunali predispone specifici progetti di utilità civica.


L’assessore alle Politiche Sociali
dott. Vincenzo Marotta