Stato Civile

RICHIESTA DI PUBBLICAZIONE DI MATRIMONIO

La pubblicazione di matrimonio deve essere richiesta all'Ufficiale di Stato Civile del Comune dove ha la residenza uno dei due nubendi(futuri sposi).

I nubendi dovranno, in precedenza, prendere appuntamento con l'Ufficiale dello Stato Civile in merito alla data in cui verranno richieste le pubblicazioni e portare con se' la fotocopia della carta d'identità al fine di rendere, su apposito modello disponibile presso l'Ufficio,  l'autocertificazione riguardante l'estratto per riassunto dell'atto di nascita e del certificato cumulativo di residenza, cittadinanza e stato libero. Inoltre, devono portare una marca da bollo da euro 14,32, se sono entrambi residenti a Lesina, oppure, se uno dei nubendi e' residente in altro Comune, due marche da bollo da euro 14,32.

I tempi di attesa sono relativi ai tempi che servono per preparare i documenti. Inoltre, si devono considerare gli otto giorni di affissione all'Albo con  decorrenza dal giorno successivo a quello della pubblicazione per eventuali opposizioni. Il matrimonio può essere celebrato tre giorni  dopo il rilascio, da parte dell'Ufficiale dello Stato Civile, del certificato di eseguita pubblicazione.

E' consigliabile, quindi, iniziare la pratica con almeno tre o quattro mesi di anticipo rispetto alla data prescelta per il matrimonio.

CASI PARTICOLARI

NUBENDO MINORENNE. E' indispensabile l'autorizzazione a contrarre matrimonio rilasciata dal Tribunale per i minorenni competente per territorio.

NUBENDO STRANIERO. Necessita unicamente una dichiarazione dell'autorità competente del proprio Paese (Consolato o ambasciata presenti in Italia) dalla quale risulti, giusta le leggi a cui e' sottoposto, nulla osta al matrimonio (art. 116 del Codice Civile) e, se possibile, estratto o copia dell'atto di nascita.

 

LIMITI ALL'ATTRIBUZIONE DEL NOME

Lart. 34  del D.P.R. 3 novembre 2000, nr. 396 "Nuovo ordinamento dello Stato Civile" vieta di imporre al bambino, alla nascita, lo stesso nome del padre vivente, di un fratello o di una sorella viventi, un cognome come nome, nomi ridicoli o vergognosi.

I nomi stranieri che sono imposti ai bambini aventi la cittadinanza italiana devono essere espressi in lettere dell'alfabeto italiano, con la estensione alle lettere: J, K, X, Y, W e, dove possibile, anche con i segni diacritici propri dell'alfabeto della lingua di origine del nome.

L'art. 35 del suddetto D.P.R. recita che il nome imposto al bambino deve corrispondere al sesso e può essere composto da uno o da più elementi omonastici, anche separati, non superiori a tre. In quest'ultimo caso, tutti gli elementi del prenome dovranno essere riportati negli estratti e nei certificati rilasciati dall'Ufficiale dello Stato Civile e dall'Ufficiale di Anagrafe.

 

DICHIARAZIONE DI NASCITA

La dichiarazione di nascita può essere resa, entro dieci giorni dalla nascita presso:

a) il Comune nel cui territorio e' avvenuto il parto;

b) il Comune di residenza dei genitori. Nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso Comune, salvo diverso accordo tra di loro, la dichiarazione di nascita e' resa nel Comune di residenza della madre.

In alternativa, può essere resa, entro tre giorni, presso la direzione sanitaria dell'ospedale o della casa di cura in cui e' avvenuta la nascita. In tale ultimo caso la dichiarazione può contenere anche il riconoscimento contestuale di figlio naturale. La dichiarazione non può essere ricevuta dal direttore sanitario se il bambino e' nato morto ovvero se e' morto prima che e' stata resa la dichiarazione stessa. In tal caso la dichiarazione deve essere resa esclusivamente all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune dove e' avvenuta la nascita.

 

DICHIARAZIONE DI MORTE

La dichiarazione di morte e' fatta non oltre le ventiquattro ore dal decesso all'Ufficiale dello Stato Civile del luogo dove questa e' avvenuta o, nel caso in cui tale luogo si ignori, del luogo dove il cadavere e' stato deposto.

La dichiarazione e' fatta da uno dei congiunti o da una persona convivente con il defunto o da un loro delegato o, in mancanza, da persona informata del decesso.

Censimento della Popolazione 2011

> 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni 2011

Selezione pubblica per soli titoli, per la formazione di una graduatoria per aspiranti alla nomina di rilevatore e coordinatore.

Allegati :

> 15 Censimento della Popolazione e delle Abitazioni - Graduatoria Rilevatori - Coordinatori

GRADUATORIA ASPIRANTI ALLA NOMINA DI RILEVATORE/COORDINATORE IN OCCASIONE DEL 15^ CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI ANNO 2011

AMMESSI Vedi Graduatoria Rettificata

> 15

> AVVISO : 15^ CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011 - 15^ CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE INFORMA CHE

Il prossimo 9 OTTOBRE 2011 avranno inizio le operazioni censuarie. Si tratta di un censimento nuovo in quanto tutte le famiglie riceveranno il questionario direttamente presso la propria abitazione. La novità interessa anche la modalità di compilazione in quanto oltre a quella cartacea tradizionale, la compilazione e relativa trasmissione potrà avvenire tramite web.
Al fine di agevolare i cittadini nella compilazione sia cartacea che informatica, sarà istituito un CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE PRESSO LA BIBLIOTECA DI VIA BELLINI.
Il centro rimarrà aperto A PARTIRE DA LUNEDI’ 10 OTTOBRE 2011 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 16.30 alle ore 19.30.
Il personale comunale unitamente ai rilevatori, GRATUITAMENTE, forniranno tutta l’assistenza ed il supporto necessario per la corretta compilazione.
Gli Uffici comunali sono comunque a disposizione per qualsiasi informazione.

SI INFORMA ALTRESI’ CHE PRIMA DEL 10 OTTOBRE NESSUN SOGGETTO E’ AUTORIZZATO AD ACCEDERE PRESSO LE FAMIGLIE PER LA RILEVAZIONE CENSUARIA. SI INVITANO PERTANTO, SOPRATTUTTO GLI ANZIANI, A NON FIDARSI DI MILLANTATORI
Ufficio Censimento
Tel. 0882-70724-707425 e mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LESINA, 29/09/2011

 

BANDI DI CONCORSO SERVIZI SOCIALI

Attribuzione contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione

BANDO DI CONCORSO
 
Per l’attribuzione di un contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione Anno - 2008
 
 
 

bando (.pdf)

 

Avviso pubblico per la ricerca di partners per la presentazione e realizzazione di progetti di promozione sociale

Avviso pubblico  per la ricerca di partners per la presentazione e realizzazione di progetti di promozione sociale, finalizzato  a promuovere il miglioramento della qualità dei servizi e valorizzare il contributo dei soggetti del terzo settore che intendano concorrere alla realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali (Welfare locale).
 

Scadenza ore 12,00 del giorno 30/01/2010

Avvisi Servizi Sociali

Domanda di contributo integrativo per il pagamento di canone di locazione di cui all'art. 11 della Legge 9 dicembre 1998 nr. 431 - ANNO 2014

ANNO 2014

Modello richiesta contributo canone locativo 2014

BANDO CONTRIBUTO FITTI ANNO 2014

> Avviso : Assegno di cura e assistenza indiretta personalizzata

> Welfare to work - Azione di sistema per le politiche di re-impiego:

Avviso (.pdf)

Link della Regione Puglia

Domande ricorrenti (FAQ)

> Cure termali per i cittadini:        

Modello di domanda (.rtf) 

Modello di domanda per minori (.rtf)

Avviso (.pdf)

> Ciclo di Cure termali - Margherita di Savoia

> Laboratorio di Movimento Espressivo - Modulo di partecipazione (.rtf)

> Legge n.13 del 09.01.1989 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati

> Spirito di genere. Buon senso ambito

OGGETTO: PIANO SOCIALE DI ZONA - MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL PIANO DI COMUNICAZIONE INERENTE IL PROGETTO PATTI SOCIALI DI GENERE FINANZIATO DALLA REGIONE  DENOMINATO “SPIRITO DI GENERE. BUON SENSO AMBITO”.

Allegati

maifestazione di interesse.pdf

DETERMINA DIRIGENZIALE N. 756 DEL 04.06.2013.pdf

>“LABORATORIO DI MOVIMENTO ESPRESSIVO PER ANZIANI” - Modulo di adesione (.doc)

> SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (A.D.E.) NELL'AMBITO TERRITORIALE

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (A.D.E.) NELL’AMBITO TERRITORIALE
“ ALTO TAVOLIERE” : Periodo: 24 mesi decorrenti dal 19.09.2014 al 19.09.2016

Bando (.pdf)

Capitolato (.pdf)

Allegati A,B,C,D,E,F,G (.doc)

Allegato A1- Moulo di domanda (.doc)

Det. Dir. 538 del 18.04.2014 gara ADE (.pdf)

DETERMINA DIRIGENZIALE INDIZIONE GARA SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA PERIODO 2013-2014 (.pdf)

> Progetto Garanzia Giovani (.pdf)

> Laboratorio di ginnastica dolce per anziani (.pdf)

> Avviso Pubblico - Ricerca di partners per la presentazione e realizzazione progetti di promozione sociale (.pdf) - Proroga termini per la presentazione e realizzazione progetti di promozione sociale (.pdf)

Family Card - Famiglie numerose

Family card e contributi alle famiglie numerose a sostegno delle spese per la fornitura di beni e la fruizione di servizi

L’assessorato alle Politiche Sociali, in attuazione, con l’Ambito Territoriale Alto Tavoliere, delle disposizioni di cui alla Legge Regionale n. 19/ 2006 - artt. 22 e 27 e della Deliberazione della Giunta Regionale n. 1658 del 15.09.2009, “Programma Regionale a favore delle Famiglie Numerose”, ha inteso promuovere sul proprio territorio interventi a favore delle famiglie con 4 o più figli, con l’istituzione di una apposita Family Card.

Ne hanno diritto nuclei familiari, anche monogenitoriali,con numero di figli conviventi minori pari o superiori a quattro (compresi eventuali minori in affidamento familiare o in affidamento pre-adottivo).

Ai fini dell’ammissibilità al beneficio delle famiglie richiedenti le prestazioni, i figli minori non devono aver compiuto il 18° anno di età alla data di pubblicazione del Programma Regionale di interventi per le famiglie numerose sul Bollettino Ufficiale Regione Puglia (BURP n.60 del 21.04.2009).

Le domande per il rilascio della Family Card e per il rimborso delle spese sostenute devono essere
presentate presso i Servizi Sociali Professionali del Comune di Lesina entro e non oltre il 30 giugno 2011.

Per la richiesta del modello di domanda e per ulteriori informazioni consultare il sito del Comune di Lesina oppure rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali, dott.ssa Amelia Leone.
 

Allegati :

Avviso Pubblico e Bando;

Modello di domanda;

BARRIERE ARCHITETTONICHE

Legge n.13 del 09.01.1989 �Disposizioni per favorire il superamento e l� eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati�

 
 
 
LEGGE N.13 DEL 09.01.1989 “DISPOSIZIONI PER FAVORIRE IL SUPERAMENTO E L’ ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI”
 
SI RENDE NOTO
 
Che il 1° Marzo 2012 scade il termine per la presentazione della domanda relativa alla concessione dei contributi , a fondo perduto,   per la realizzazione delle opere atte a favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.
 
Hanno diritto al Contributo:
  • I portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, ivi compresa la cecità;
  • Coloro che  hanno a carico soggetti disabili, in quanto genitori o tutori;
  • I condomini ove risiedono gli stessi soggetti per le spese di adeguamento relative a parti comuni.
 
Gli interessati devono presentare domanda, debitamente protocollata dagli Uffici di ciascun Comune dell’Ambito Territoriale “Alto Tavoliere”,  al Sindaco del Comune ove è ubicato l’immobile oggetto dell’intervento, su apposito modulo in bollo da € 14,62, con indicazione delle opere da realizzare e della spesa prevista.
 
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE
  • Certificato medico in carta semplice attestante il tipo di handicap o invalidità;
  • Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà dalla quale risulti l' ubicazione della propria abitazione e le difficoltà di accesso;
  • Preventivo dei lavori da effettuare, in originale, rilasciato dalla ditta fornitrice;
  • Fotocopia documento d'identità , in corso di validità, del richiedente.
 
I contributi sono concessi in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta per costi fino ad € 2.582,28;   sono aumentate del 25% della spesa effettivamente sostenuta per costi da € 2.582,28
ad € 12.911,42, di un altro 5% per costi da € 12.911,42, ad € 51.645,69.
 
Avranno precedenza nell'assegnazione dei contributi, ai sensi dell' art. 10 comma 4 della Legge 13/89, i richiedenti riconosciuti invalidi totali con difficoltà di deambulazione dalla competente  A.S.L. e, in subordine, si terrà conto dell'ordine cronologico di presentazione delle domande.
 Le domande non soddisfatte nell’anno, per insufficienza di fondi, restano valide per gli anni successivi
 
Per quanto riguarda la procedura da osservare per la presentazione della domanda e la documentazione da allegare alla stessa, si invitano i cittadini interessati a rivolgersi ai Servizi Sociali dei Comuni dell’Ambito Territoriale “Alto Tavoliere”o a consultare il sito del Comune di San Severo www.comune.san-severo.fg.it:
 
  • Ufficio Servizi Sociali del Comune di Apricena
             via Murge, 7- Tel. 0882/646744; fax: 0882/646779
 
  • Ufficio Servizi Sociali del Comune di Chieuti
             largo IV Novembre- Tel. 0882/689495; Fax: 0882/689113
 
  • Ufficio Servizi Sociali del Comune di Lesina
             Piazza Aldo Moro,1- Tel 0882/707422; Fax 0882/707495
 
  • Ufficio Servizi Sociali del Comune di Poggio Imperiale
             Via Vittorio Veneto, 2 – Tel. 0882/994090; Fax: 0882/999000
 
  • Ufficio Servizi Sociali del Comune di San Paolo di Civitate
L.      go Municipio, 1 – 0882/556230; Fax: 0882/552307
 
  • Ufficio Servizi Sociali del Comune di San Severo
             Via Salza Michele, 17 – Tel. 0882/339443-442; Fax: 0882/339439
 
·        Ufficio Servizi Sociali del Comune di Serracapriola
             Via dei Pozzi Avellana- Tel. 0882/680226; Fax 0882/681013
 
  • Ufficio Servizi Sociali del Comune di Torremaggiore
            Via della Costituente,29- Tel 0882/383601; Fax 0882/383601
 
 
 
 
 
 
San Severo, lì   
           
Il Presidente
del Coordinamento Istituzionale del Piano di Zona
Assessore Maria Anna Bocola

Risorse :

Modulo 1 - Autocertificazione.doc

Modulo di domanda Legge 13-89.doc

Comune di San Severo